martedì 6 ottobre 2009

SICILCASSA, MANETTE E FAVORI


PALERMO - Una grande banca siciliana si era messa al servizio di potenti imprenditori, faceva business per favorire gruppi al di sotto di ogni sospetto, c' erano clienti specialissimi che solo grazie a certe operazioni potevano sanare debiti miliardari. Quali clienti? Ad esempio un uomo d' affari catanese che era in ottimi rapporti con il boss Nitto Santapaola. Una brutta storia - ed è solo l' inizio - ha investito il vertice della Sicilcassa. E' uno scandalo intorno a palazzi comprati e venduti, uno scandalo che sembra proprio l' apertura di una colossale inchiesta giudiziaria su tutti gli "affari" del secondo istituto di credito dell' isola (continua)

ATTILIO BOLZONI - Repubblica — 06 ottobre 1994 pagina 49 sezione: ECONOMIA

2 commenti:

UIFPW08 ha detto...

chi tocca i fili...muore

essec ha detto...

......... il reattore, seppur sommerso, brucia ancora ......... anche se ci hanno calato sopra tanto cemento ........ altro che Cernobil .........