giovedì 10 settembre 2009

Minimarket

1 commento:

Mik ha detto...

C'era umidità nell'aria quella mattina, più umidità del solito. La gente si affrettava sui marciapiedi, chiusa nei propri abiti e nei propri pensieri.
Esteban chiamò sua madre dalla strada: da qualche tempo abitava nella casa della nonna, vuota da quando l'anziana signora era stata trovata morta dai propri figli, una domenica in cui erano andati a farle la consueta visita settimanale.
"Mamma, mamma", urlò il ragazzo.
"Che c'è? Che c'è?", strillò a sua volta la donna, affacciandosi dalla finestra, la vestaglia azzurra stretta attorno al collo.
"Mamma, mamma, io sto andando al supermarket... ti serve qualcosa?", chiese Esteban, mentre tirava l'ultima boccata dalla sigaretta.
"Sì, sì, aspetta... voglio qualcosa di buono, un gioco e del cioccolato", rispose la donna.
"Ma se hai il diabete...", mormorò tra sè e sè Esteban, tirando un calcio al tappo di una bottiglia di plastica.