martedì 30 giugno 2009

Cavaliere appiedato

1 commento:

Mik ha detto...

C'è un tempo per cavalcare e un tempo per camminare. Eccetto che per cavalli e somarelli, che non cavalcano mai ma camminano sempre, sia che siano cavalcati sia che non lo siano. E la differenza è quel peso che portano sulla schiena, ma loro ci sono abituati, e non lo sentono certo: mica come quel peso che portiamo dentro di noi quando partiamo per un viaggio, e ci avviamo verso terre straniere che speriamo generose con noi.
Quel peso alcuni lo sentono anche al ritorno, altri senza essere partiti mai.