venerdì 17 aprile 2009

Tango a San Telmo (Buenos Aires)

9 commenti:

la signora in rosso ha detto...

Voglia di ballare...tango argentino!!!

Mik ha detto...

Peccato per quella signora sullo sfondo...

essec ha detto...

Osservazione ineccepibile ...... ma a me piace trasgredire le regole. Col taglio ho volutamente incluso l'elemento di disturbo .... che cattura l'occhio .... e obbliga però ad un loop fra immagine principale e l'elemento in apparente distonia.
La vita è bella perchè è varia ed ognuno di noi se la canta e se la suona ....... come meglio crede .....

Mik ha detto...

Nulla da dire, ci mancherebbe altro: e poi, quale regola avresti infranto? Del resto, la testa della donna è alla medesima altezza di quelle dei ballerini, curiosamente, e sembra guardare dritta nell'obiettivo. Inoltre la donna è alla destra della linea prospettica che taglia in due la pedana di ballo: in un certo senso si pone già al di fuori di quella intimità che sembra violare, e da cui l'uomo sembra escluderla con un calcetto indietro...

essec ha detto...

..... che commento ..... e pensare che fotografo ..... a braccio.
Grazie Mik!

Mik ha detto...

Eh eh, qualcosa dello studio mi è rimastro in testa!
Se posso permettermi, ti consiglio la lettura di J.M. Floch, "Forme dell'impronta" (trovi qui un mio commento: http://www.poterefotografico.com/ph/rubricaff.php?&type=3&id=14), e di R. Barthes, "La camera chiara. Nota sulla fotografia".

Antonio Lo Nardo ha detto...

Senza parole!
Tanto di cappello, al fotografo e al commentatore.
Fanne un altro, Mik.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Che palle 'sta approvazione dei commenti. E levala!

Mik ha detto...

Grazie Antonio, e grazie a Toti che è stato così gentile da contattarmi. Sarà un piacere fare qualcosa insieme!